Toggle navigation

La Catechesi

PROGETTO EMMAUS

Conoscere, assaporare e vivere la fede

A partire dall’anno catechistico 2016-17 è in atto una nuova esperienza, denominata Progetto Emmaus, nato dall’esigenza di innovare la tradizionale catechesi, anche alla luce dei complessi mutamenti in atto nella società odierna: si tratta di un progetto di iniziazione alla fede, in cui la catechesi non è per i sacramenti ma per la vita cristiana, in cui si valorizza il dialogo e l’ascolto, con un cammino graduale e progressivo, in cui la persona cambia e la Chiesa si rinnova. 


Le azioni intraprese riguardano: 

1. la formazione dei catechisti/ educatori alla fede, 

2. la preparazione alla vita cristiana dei fanciulli, dalla terza primaria alla seconda secondaria, 

3. la valorizzazione del ruolo fondamentale della famiglia nell’educazione religiosa e nella trasmissione della fede.


La formazione dei catechisti ha portato alla condivisione delle seguenti scelte operative:    
• il superamento dell’impostazione scolastica della catechesi tradizionale: non lezione ma animazione, dialogo; il bambino è soggetto attivo, protagonista del percorso di iniziazione alla fede; 
• la proposta di far vivere esperienze concrete e di conoscere testimonianze significative per il loro elevato valore formativo;
• la necessità di lavorare sia sull'emisfero razionale sia su quello emotivo  e di restituire ai ragazzi lo stupore, l'attesa, il grazie, il divertimento;
• la necessità per i catechisti di una programmazione collegiale, dello studio individuale e della verifica rispetto al percorso realizzato allo scopo di migliorare l’approccio educativo;
coinvolgimento degli adolescenti di 16/18 anni nella catechesi dei fanciulli, affinché oltre ad essere una risorsa importante per gli adulti, possano diventare l'anima della parrocchia; 
coinvolgimento obbligatorio della famiglia nell'accompagnamento spirituale dei fanciulli;
• negli incontri con le famiglie, il ruolo del catechista è quello di suscitare domande, di creare curiosità nei genitori, fino a coinvolgerli direttamente nel percorso catechistico dei loro figli.


A questo proposito, nel corrente anno, è stata realizzata per le classi terze la sperimentazione di un percorso parallelo bambini-genitori, con cadenza settimanale per i primi e mensile per i secondi, che interagiscono fra loro e coi bambini. L’esperienza, molto innovativa, è progettata e gestita dal sacerdote e dai giovani catechisti di Polesine.


Inoltre, nella catechesi dei pre-adolescenti e degli adolescenti si è cercato di promuovere/potenziare :

• l'utilizzo del sussidio on-line proposto dalla diocesi;
• la partecipazione ad eventi diocesani per i pre-adolescenti e gli adolescenti.


Attualmente il gruppo di catechisti si compone di oltre 30 persone tra adulti e ragazzi.


La Parrocchia apre le porte a chi desidera sperimentare l'esperienza di diventare catechista.


Fare il catechista è un servizio importante per la nostra Parrocchia.

Molti si spaventano perchè non si sentono "all'altezza" del ruolo, ma ricordiamoci tutti che non siamo soli: siamo un Gruppo con Dio che ci guida e, attraverso lo Spirito Santo, ci rende capaci di cose impensabili.


E' vero... 

l'esperienza del catechista è faticosa, è impegnativa, servono tempo e tanta energia, 

ma stare vicino ai nostri bambini e ai nostri ragazzi ci aiuta a conoscerli ed è un'esperienza che arricchisce umanamente moltissimo tutti coloro che accettano questo incarico.


Cosa aspetti?

Noi ti aspettiamo. Unisciti al nostro gruppo!


Per maggiori informazioni contattare Don Flavio.



documenti correlati
Unitagrave; pastorale Terre Matildiche

​Mod. iscriz. al cat. e a tutte le attività parr. di Pegognaga e Polesine​ (nati 2011)

Unitagrave; pastorale Terre Matildiche
Diocesi di Mantova